girls will be girls

genere è una costruzione
genere è una costruzione

Tempo di lettura: < 1 minuti

«Applichiamo ai nostri #corpi codici e costumi per essere facilmente identificabili come uomini e #donne, creando divisioni artificiali nella società e limitando le identità in cui le persone di ogni genere si sentono a proprio agio. Cominciamo a pensare alle nostre interpretazioni della femminilità (da dove vengono, a chi sono utili) e iniziamo a scrivere nuovi #copioni».
Emer O’Toole, “Girls will be girls. Travestirsi, interpretare ruoli e cambiare le regole” http://lepluralieditrice.net/prodotto/girls-will-be-girls/
L’immagine del post è del sito tapage.
Torna su