18.3. Muoviamo le montagne a Budrio

presentazione libri di narrativa le plurali
presentazione libri di narrativa le plurali

Tempo di lettura: < 1 minuti

18.3. alle 18.30

Libreria La terza stanza di Budrio (Piazza G. Matteotti 7b, Budrio)

18.3. alle 18.30 Libreria La terza stanza di Budrio (Piazza G. Matteotti 7b

Siamo felicissime di presentare Muoviamo le montagne e il nostro progetto editoriale in provincia di Bologna. Le ragazze della Libreria La terza stanza ci presentano così:

Incontro con Le plurali, una casa editrice femminista, indipendente, inclusiva, curiosa. Insieme a Le plurali e alla prof.ssa Eleonora Federici, parleremo in particolare dell’utopia femminista “Muoviamo le montagne” di Charlotte Perkins Gilman.

 

Muoviamo le montagne è «un’utopia di breve distanza, un’utopia neonata, qualcosa di piccolo che può crescere», così la definisce Perkins Gilman, inserendola in una tradizione di pensiero che passa per Platone, Thomas More ed Edward Bellamy.

John, perso trent’anni prima durante una spedizione in Tibet, viene ritrovato dalla sorella Nelly, che lo riporta in un mondo del tutto cambiato. In questa nuova America, le donne si sono “risvegliate”, hanno capito il loro potenziale e preso le redini del comando, partendo dall’idea che il misoginismo, la povertà e lo sfruttamento lavorativo sono stati la causa d’ogni male in passato.

Perkins Gilman, nel 1911, catalizza nel protagonista le rimostranze di un uomo medio del suo tempo di fronte a cambiamenti radicali, che per certi versi ancora oggi possono dirsi futuristici. Dalle norme sociali all’economia, dai mezzi di trasporto al rispetto della natura, dalla religione all’educazione, il libro ripercorre il viaggio fisico e mentale di un uomo in un universo femminista, ecologico e cibernetico.

Torna su